Menu di navigazione

SCADENZA IMU DEL 16 DICEMBRE

Pubblicata il: 06.12.2013

Il Decreto Legge 30/11/2013 N° 133  ha confermato la cancellazione della seconda rata IMU per le seguenti categorie di immobili:

  • abitazione principale e relative pertinenze (nella misura massima di un'unità per ciascuna delle categorie catastali C/2, C/6, C/7), esclusi i fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9;
  • unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, nonché alloggi regolarmente assegnati dagli IACP o dagli enti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati, aventi le stesse finalità degli IACP;
  • abitazione coniugale assegnata ad uno dei coniugi a seguito di separazione legale e divorzio (art.1 comma 1 lettera b);
  • abitazione di personale appartenente alle Forze Armate (art.1 comma 1 lettera c);
  • terreni agricoli, nonché quelli non coltivati, di cui all’articolo 13, comma 5, del decreto-legge n. 201 del 2011, posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola;
  • fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all’articolo 13, comma 8, del decreto-legge n. 201 del 2011.

L’imposta è pertanto dovuta per gli immobili di seguito indicati, con applicazione delle aliquote riportate in tabella per ogni fattispecie imponibile:

IMMOBILI

ALIQUOTA

Abitazione principale e pertinenze (nel limite di una per ogni categoria catastale C2, C6 e C7), classificate nelle categorie catastali  A1, A/8 e A/9
DETRAZIONE  ABITAZIONE PRINCIPALE: 200,00
ULTERIORE  DETRAZIONE: 50,00 euro per ciasun figlio di età non superiore a 26 anni purchè dimorante e residente anagraficamente nell'unità immobiliare adibita ad abitazione principale fino all'importo massimo di € 400,00
NB l'ulteriore detrazione si cumula alla detrazione per abitazione principale

 

 

0,40%

 

Unità immobiliari concesse in uso gratuito a parenti in linea retta entro il 1° grado che nella stessa abbiano stabilito la propria residenza, a condizione che il concedente non benefici delle agevolazioni previste per l'abitazione principale nel Comune di Mondovì  o in altro Comune

0,76%

Unità immobiliari destinate a:
- laboratori artigianali, attività produttive e negozi
- scuole, ospedali, caserme, convitti e ricoveri
- fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati

0,89%

Unità immobiliari destinate ad abitazione e relative pertinenze (nel limite massimo di una unità per ciascuna delle categorie catastali C2,C6 e C7) a condizione che le stesse siano locate ovvero che risultino sfitte per un periodo massimo di 1 anno

0,89%

terreni agricoli (non rientranti nel regime di esenzione sopra indicato)

0,89%

fattispecie residuali non comprese in quelle precedenti

1,02%

MODALITA' DI VERSAMENTO:  Il versamento dell'imposta deve essere effettuato entro il 16/12/2013 presso qualsiasi sportello bancario o ufficio postale, mediante modello F24, senza oneri aggiuntivi.

INFORMAZIONI

I conteggi pervenuti a mezzo posta devono essere  accuratamente controllati prima di effettuare il versamento, con particolare riguardo alle variazioni, anche normative, intervenute dopo l’invio degli stessi e precisamente:
- tassazione dei terreni agricoli non rientranti nel regime di esenzione sopra indicato
- aliquote ridotte/detrazioni conteggiate e non spettanti e/o viceversa
- variazioni intervenute prima della scadenza del versamento.
- variazioni normative (DL 133/2013)

È possibile autonomamente verificare o aggiornare il calcolo dell'imposta dovuta qui, inserendo i dati relativi ai propri immobili (reddito catastale, percentuali e mesi di possesso, detrazioni, eventuali riduzioni) e procedere alla stampa della modulistica aggiornata.

In alternativa si può prendere contatto con l'ufficio IMU telefonando ai numeri  0174/559.204, 559.284, 559.216 oppure rivolgendosi direttamente agli uffici, posti al piano secondo del Municipio.

Per ogni altra esigenza è possibile recarsi presso lo Sportello del Cittadino (piano terreno del Municipio) dove potrà essere richiesta la ristampa del modello di versamento, in caso di smarrimento o necessità di rettifica dello stesso.

Altre news del dipartimento