Menu di navigazione

SECONDA RATA DELLA TARES

Pubblicata il: 06.12.2013

In questi giorni tutte le famiglie e le attività produttive riceveranno un avviso di pagamento della Tares contenente il saldo del tributo dovuto per l’anno 2013, da versarsi in due rate di importo pari a quello indicato sui due modelli F24 allegati (seconda rata, con scadenza 16 dicembre 2013; terza rata con scadenza 10 febbraio 2014). Il saldo è ricalcolato sulla base delle tariffe aggiornate con deliberazione del Consiglio comunale 25/11/2013.
La seconda rata anno 2013, da versare entro il 16 dicembre, comprende, oltre al tributo provinciale per l’esercizio delle funzioni ambientali pari al 5%, la maggiorazione pari a 0,30 euro al metro quadro, che sarà incamerata direttamente dallo Stato e non dai Comuni.
L’art. 14 comma 13 del D.L. 201/2011 ha infatti istituito una maggiorazione per il finanziamento dei costi relativi ai servizi indivisibili come polizia locale, ufficio tecnico, anagrafe, illuminazione pubblica, istruzione, verde pubblico e manutenzione strade.
Si ricorda che la Tares è il nuovo tributo comunale sui rifiuti e sui servizi che dal 2013 sostituisce la Tariffa di igiene ambientale (Tia2); si tratta di una tassa commisurata alle quantità e qualità medie dei rifiuti prodotti che ha come obiettivo la copertura economica per intero del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti dei Comuni.
MODALITÀ DI PAGAMENTO: la Tares si può pagare presso le banche o gli uffici postali utilizzando il modello F24 recapitato dal Comune. Il mancato recapito non esclude l’obbligo del versamento del tributo.
GLI AVVISI DI PAGAMENTO recapitati a mezzo posta devono essere accuratamente controllati prima di effettuare il versamento. Si ricorda che il contribuente deve fornire al Comune gli estremi catastali delle unità immobiliari occupate o condotte, qualora gli stessi non risultino già presenti sugli avvisi di pagamento.
INFORMAZIONI: è possibile recarsi presso lo Sportello del Cittadino (piano terreno del Municipio) dove potrà essere richiesta la ristampa del modello di versamento, in caso di smarrimento o necessità di rettifica dello stesso.

Altre news del dipartimento