Menu di navigazione

Autorizzazione ex art 3 L.r. 45/89 (Zone in vincolo idrogeologico)

Descrizione del Procedimento e riferimenti normativi utili

Il presente procedimento riguarda l’autorizzazione necessaria ad ottenere il Permesso di Costruire o di procedere con la Denuncia di Inizio Attività ed ogni altro intervento edilizio nel caso in cui la zona sulla quale si interviene è sottoposta al vincolo idrogeologico.

Rif.to: Legge Regionale 45/89 per interventi in zona soggetta a Vincoli di Tutela Idrogeologica di cui al R.D.L. 30 dicembre 1923 n. 3267

Unità Organizzativa responsabile dell'Istruttoria

Dipartimento Tecnico - Area Gestione del Territorio - Responsabile Arch. G. Meineri; Servizio Tutela Ambiente- Responsabile Geol. I. Guglielmotto.

Responsabile del procedimento

Istruttore Direttivo Geol. Ivano Guglielmotto
e-mail ivano.guglielmotto@comune.mondovi.cn.it Al predetto responsabile è possibile rivolgersi per informazioni telefonando al n. 0174-559272 nei seguenti orari: martedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 8.00/8.30 alle ore 12.30/13.00 e dalle ore 13.30/ 14.00- 17/17.30; giovedì dalle ore 8.00/8.30 alle ore 13.30/ 14.00; sabato dalle ore 8.00/8.30alle ore 13.00/13.30.

Soggetto competente all’adozione del provvedimento finale:

Dirigente Dipartimento Tecnico - Area Gestione del Territorio Arch. G. Meineri, Tel 0174/559237

Modalità di avvio, modulistica e allegati

La richiesta di autorizzazione deve essere presentata per via telematica tramite lo Sportello Unico digitale Edilizia (SUE), utilizzando i modelli reperibili nella sezione “Istanze” – sottosezione “Modulistica” – Autorizzazione ex art. 3 L.r. 45/89. Sino alla data del 01-07-2016 è ancora possibile in alternativa utilizzare il modello di richiesta M-TA004 scaricabile dal sito del Comune di Mondovì www.comune.mondovi.cn.it e relativi allegati indicati sul modello stesso, da presentare al Dipartimento Tecnico Area Gestione del Territorio.

Modalità per ottenere informazioni sul procedimento in corso da parte dell'interessato

Telefonando al responsabile del procedimento al n. 0174-559272, per approfondimenti che esulano dalla semplice informazione, previo appuntamento con lo stesso presso il Dipartimento Tecnico - Area Gestione del Territorio il sabato dalle 8:30 alle ore 12:30

Termini di conclusione del procedimento

L’autorizzazione per l’intervento in zona soggetta a vincolo idrogeologico deve essere rilasciata dal Dirigente entro il termine di trenta giorni dalla presentazione dell’istanza. L’autorizzazione ha validità per tre anni.

Servizio on Line

La domanda di rilascio dell’Auorizzazione ai sensi dell’art 3 della L.R. 45/89 deve essere presentata pervia telematica tramite il portale dello Sportello Unico digitale Edilizia (SUE), utilizzando i modelli reperibili nella sezione “Istanze” – sottosezione “Modulistica” – Autorizzazione ex art. 3 L.r. 45/89.

Oneri e pagamenti, modalità di effettuazione

2 marche da bollo del valore corrente di cui una da apporre sull’istanza e l’altra sul provvedimento finale.

Diritti di segreteria € 50,00 su C/C 12484127 intestato a Comune di Mondovì – Servizio tesoreria – Corso Statuto 13/15. Causale: Autorizzazione per interventi in zona vincolo idrogeologico.

Ai fini del rilascio della Autorizzazione è previsto l'obbligo del rimboschimento di terreni propri o comunque disponibili per una superficie pari a dieci volte quella modificata, quando questa sia boscata, o per una eguale superficie negli altri casi, con un minimo di 1000 mq. In alternativa è ammesso il versamento di un corrispettivo di rimboschimento stabilito nella misura di Euro 2169,12 per ettaro (per un minimo ha 0.10) tramite c/c 10364107 intestato alla Regione Piemonte, P.za Castello 165, Torino.

A seguito del rilascio dell'Autorizzazione inerente il Vincolo Idrogeologico ed il Permesso di Costruire, prima dell'inizio dei lavori i soggetti, titolari delle autorizzazioni sono tenuti al versamento di un deposito cauzionale proporzionale a Euro 1032,92 per ettaro di terreno interessato, con un minimo di Euro 516,46.

Soggetto a cui è attribuito il potere sostitutivo in caso di inerzia

Segretario Generale Dott. Bruno Armone Caruso