Menu di navigazione

Inaugurata la mostra ‘Polvere di stelle’

Pubblicata il: 22.09.2014

Galleria immagini

Un grande evento espositivo visitabile fino al 28 dicembre presso il Museo della Ceramica

È stata inaugurata sabato 27 settembre al Museo della Ceramica di Mondovì (Palazzo Fauzone di Germagnano in piazza Maggiore 1) la mostra, promossa dal Comune di Mondovì, “Polvere di stelle. La ceramica contemporanea di Céleste Boursier-Mougenot e Matteo Rubbi” a cura di Chiara Bertola, Giacinto Di Pietrantonio e Christiana Fissore. Un folto pubblico ha fatto da cornice all’inaugurazione durante la quale i curatori e l’artista Matteo Rubbi hanno accompagnato i visitatori nelle sale del Museo alla scoperta del percorso espositivo. La mostra (ingresso libero) resterà aperta fino al 28 dicembre il venerdì e sabato, dalle ore 15 alle 18, la domenica dalle 10 alle 18. Per maggiori informazioni telefonare al numero 0174/40389 o scrivere a turistico@comune.mondovi.cn.it o direzione@museoceramicamondovi.it.
L’esposizione, organizzata dall’Associazione Culturale Marcovaldo e dalla Fondazione Museo della Ceramica Vecchia Mondovì, è l’evento culturale di maggior rilievo del progetto “Ceramicarte”, di cui il Comune di Mondovì è capofila in partenariato con il Comune francese di Moustiers Sainte Marie. Tutte le attività di “Ceramicarte”, volte alla valorizzazione della ceramica, sono attuate con il sostegno dell’Unione Europea (FESR - Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) e della Regione Piemonte nell’ambito del programma “Alcotra”.
Nel corso della serata inaugurale, il Circolo Sociale di Lettura di Mondovì ha poi ospitato una performance musicale dell’artista Carlo Spiga che ha suonato le forme della ceramica provenienti dalla collezione del Museo, dialogando con il violoncellista dell'Academia Montis Regalis Roberto Bevilacqua.
La mostra indaga l’idea della ceramica in modo inedito attraverso lo sguardo degli artisti contemporanei. Nel lavoro dei due artisti, Céleste Boursier-Mougenot e Matteo Rubbi, la ceramica viene affrontata non solo come materia ma come condizione, dispositivo concettuale, eredità culturale da ripercorrere e aprire all’interno di un’esperienza più ampia: il suono, il paesaggio, l’esperienza comunitaria. La mostra si avvale di tre curatori di eccezione: Chiara Bertola (responsabile per l’Arte Contemporanea Fondazione Querini Stampalia di Venezia e curatrice della Fondazione Furla), Giacinto Di Pietrantonio (direttore Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo) e Christiana Fissore (direttrice Museo della Ceramica di Mondovì).

Il percorso espositivo

Gli artisti

La scheda tecnica della mostra

Altre news del dipartimento