Menu di navigazione

Concessione dell’assegno di maternità

Descrizione del Procedimento e riferimenti normativi utili

Ai fini della concessione dell’assegno di maternità di base concesso dai Comuni (art. 74 del D.Lgs. 26 marzo 2001 n. 151 già art. 66 della Legge 448/1998 – D.P.C.M. 452/2000, Artt. 10 e ss.) la richiedente deve soddisfare uno dei seguenti requisiti:

  • essere cittadina italiana o comunitaria;
  • essere cittadina non comunitaria in possesso della Carta di soggiorno di cui all’art. 9 del D.Lgs. 25 luglio 1998 n. 286, oggi sostituita dal “permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo” (art. 1 del D.Lgs. 8 gennaio 2007 n. 3);
  • essere cittadina non comunitaria ma in possesso della “Carta di soggiorno per i familiari del cittadino comunitario non aventi la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea”;
  • essere cittadina in possesso della “Carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro (artt. 10 e 17 del D.lgs. 6 febbraio 2007 n. 30);
  • essere cittadina straniera in possesso dello status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria (art. 27 del D.lgs. 19 novembre 2007 n. 251).  

Inoltre l’assegno di maternità, il cui importo viene rivalutato annualmente, è concesso alle madri residenti che non beneficiano del trattamento previdenziale di maternità ovvero ne beneficiano in misura inferiore all’importo dell’assegno in questione, ed il cui nucleo familiare sia in possesso di risorse economiche non superiori ai valori stabiliti dalla normativa.

L’assegno è altresì corrisposto alle madri, in possesso dei medesimi requisiti, per ogni minore che abbiano ottenuto in affidamento preadottivo o in adozione senza affidamento (art. 7 del D.M. 21 dicembre 2000 n. 452).

Unità Organizzativa responsabile dell'Istruttoria

Dipartimento Istruzione-Cultura-Sport-Assistenza-Tempo libero

Dirigente Dottor Armando Mazzucchi

Responsabile del procedimento

Istruttore Maria Armenio – Ufficio Socio-Assistenza

e-mail: maria.armenio@comune.mondovi.cn.it
Tel. 0174.559298  

Modalità di avvio, modulistica e allegati

Il modulo di domanda è consultabile sul sito internet del Comune di Mondovì (www.comune.mondovi.cn.it) e può essere ritirato anche presso lo Sportello Unico Polivalente.

Presentazione dell’istanza indirizzata al Sindaco del Comune di Mondovì al suindicato Sportello entro 6 mesi dalla data del parto ovvero dalla data di ingresso del minore nella famiglia di adozione o affidamento. La domanda va corredata della Dichiarazione Sostitutiva Unica valevole per la richiesta di prestazioni sociali agevolate o per l’accesso agevolato ai servizi di pubblica utilità ai sensi del D.Lgs. 31 marzo 1998 n. 109, come modificato dal D.Lgs. 3 maggio 2000 n. 130, e dell’Attestazione dell’Indicatore della Situazione Economica (I.S.E.) del nucleo familiare.  

Modalità per ottenere informazioni sul procedimento in corso da parte dell'interessato

Presso lo Sportello Unico Polivalente del Comune di Mondovì gli interessati potranno ricevere informazioni ed istruzioni per la compilazione della domanda.

Termini di conclusione del procedimento

Inoltro dell’istanza all’INPS entro 10 giorni dalla presentazione; l’INPS provvede al pagamento in unica soluzione dell’assegno di maternità entro 45 giorni dal ricevimento dell’istanza.

Servizio on Line

Non vi sono al momento servizi on line legati a questo procedimento

Oneri e pagamenti, modalità di effettuazione

Nessuno a carico dei richiedenti (esenzione dall’imposta di bollo ai sensi dell’art. 7 del D.M. 452/2000).