Menu di navigazione

Lavori di Pubblica Utilità: l'U.E.P.E. cerca convenzioni

Pubblicata il: 10.12.2018

Appello rivolto alle Associazioni di volontariato, alle Case di riposo e agli Enti del terzo settore

Dal 1° gennaio al 31 ottobre 2018 sono stati quasi tremila i casi gestiti dall’Ufficio Esecuzione Penale Esterna di Cuneo, di cui oltre mille interessati da Lavori di Pubblica Utilità. Una realtà scarsamente percepita, ma caratterizzata da numeri importanti, che implicano la necessità di nuove convenzioni con gli Enti del territorio. In sostanza, c’è bisogno di un maggior numero di realtà disposte ad accogliere persone in regime di “Messa alla prova” (istituita con Legge 67/2014 e destinata agli imputati adulti) o a vario titolo interessate allo svolgimento di Lavori di Pubblica Utilità (ad esempio, a seguito di sanzione per guida in stato di ebbrezza).

La Città di Mondovì, come quasi tutti i Comuni del circondario, è da anni convenzionata con il Tribunale ordinario, ma il numero delle convenzioni attive risulta ancora inadeguato.  Per questa ragione, mercoledì 5 dicembre 2018, in Sala Conferenze “Luigi Scimè”, si è tenuto un incontro informativo sul tema, nell’ambito del quale l’Ufficio Esecuzione Penale Esterna ha presentato il sistema della “Messa alla Prova” a numerosi rappresentanti di associazioni di volontariato e Case di riposo del Monregalese.

«La risposta è stata positiva – commenta Laura Bottero, direttore dell’Ufficio Esecuzione Penale Esterna di Cuneo – ed è stata senz’altro un’occasione utile per presentare questo tipo di attività a chi potrebbe essere interessato alla stipula di convenzioni, beneficiando delle ore di lavoro di pubblica utilità dei soggetti per cui è previsto ed aiutandoci a ridurre disfunzionali liste d’attesa. Ringrazio tutti coloro che hanno portato la propria testimonianza, a cominciare dalla Caritas, dalla Croce Rossa e dal Dipartimento Tecnico comunale: confido che la loro esperienza possa essere di stimolo per altre associazioni. La scarsa percezione dell’Esecuzione Penale Esterna è indice del buon funzionamento della stessa e del fatto che non si riscontrano particolari criticità o allarmi sociali in merito. L’esito di queste attività è, infatti, quasi sempre positivo e l’U.E.P.E. è comunque presente qualora dovessero presentarsi difficoltà».

I rappresentanti delle associazioni di volontariato, delle Case di riposo e degli Enti del terzo settore interessati alla stipula di una convenzione per “l’impiego” di soggetti in Messa alla Prova possono mettersi in contatto con l’U.E.P.E. di Cuneo (0171/695777) per tutti i chiarimenti necessari.

Altre news del dipartimento