Menu di navigazione

Recupero e consolidamento bastioni est Piazza: approvato il progetto di fattibilità

Pubblicata il: 11.03.2019

Galleria immagini

L’intervento sarà rispettoso dell’infrastruttura storica

I Bastioni Est di Mondovì Piazza, infrastruttura storica tra le più significative della città, saranno presto al centro di un importante intervento di salvaguardia. La Giunta comunale riunitasi il 28 febbraio scorso ha approvato, infatti, un progetto di fattibilità dei lavori di recupero e consolidamento, che consentiranno, da un lato, di tutelare la pubblica incolumità, dall’altro, di salvaguardare il patrimonio architettonico.

In particolare, saranno tre i tratti interessati dai lavori: il primo e più cospicuo intervento riguarderà via Marchese d’Ormea lato nord (cioè il tratto sottoposto a chiusura stradale, in direzione Porta di Carassone), a cui corrisponderà un investimento pari a circa 210 mila euro. Gli altri due interventi, da centomila euro ciascuno, interesseranno Via Marchese d’Ormea lato sud (a continuazione dei lavori già effettuati) e via Marchese d’Ormea verso vicolo Pizzo, in prossimità “dell’uscita” del futuro percorso della “Mondovì Sotterranea”.

Il progetto prevede la realizzazione di fondazioni speciali e l’installazione di tiranti, micropali e profilati in acciaio corten, materiale idoneo per questo tipo di interventi. Ovviamente, i lavori saranno particolarmente “mimetici”, nel pieno rispetto della storicità dell’infrastruttura.

«Vigilare sulle infrastrutture pubbliche a servizio della città è una delle priorità dell’Amministrazione – dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici, Sandra Carboni –. I Bastioni Est di Piazza sono da anni oggetto di monitoraggi e rappresentano un bene storico-architettonico di primaria importanza. L’intervento di consolidamento non risponde solo ad un’esigenza di pubblica incolumità, ma consentirà appunto di salvaguardare un’infrastruttura antichissima della città».

Si procederà, quindi, con le successive fasi progettuali e l’aggiudicazione dei lavori, a conseguimento del nulla osta della Soprintendenza, essendo i bastioni soggetti a vincolo di tutela storico-architettonica.

Altre news del dipartimento