Menu di navigazione

Mondovì, inaugurata la mostra “Il caso Manet"

Pubblicata il: 20.10.2017

Galleria immagini

Dal 27 ottobre al 17 dicembre il Signor Arnaud a cavallo sarà ospite delle sale del Museo della Ceramica

A partire dal 27 ottobre e fino al 17 dicembre, le sale del Museo della Ceramica di Mondovì ospitano “Il Signor Arnaud a cavallo”, una delle celeberrime opere di Edouard Manet (1832-1883). Coltissimo e rivoluzionario, il padre dell’impressionismo fa visita alla città del Belvedere. “Il talento del signor Manet è fatto di semplicità e di esattezza”, diceva di lui l’amico e sostenitore Émile Zola, descrivendo le qualità che animano l’intera opera del pittore francese, autore, tra gli altri, de “La colazione sull’erba”, “L’Olympia” e “Il bar delle Folies-Bergère”.


“All’impegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo dobbiamo la realizzazione di un progetto artistico di alto livello e la sua presentazione in anteprima a Mondovì – dichiara l’assessore alla Cultura, Luca Olivieri –. Quella in programma è una mostra speciale che vuole offrire al grande pubblico l’opportunità di entrare in contatto con l’opera di un maestro. L’iniziativa segna il ritorno in città dell’arte di livello internazionale e nasce della collaborazione tra attori diversi: oltre alla Fondazione Crc, sono intervenuti la Fondazione Magnetto, il Centro Conservazione e Restauro ‘La Venaria Reale’, la Fondazione Museo della Ceramica Vecchia Mondovì e, naturalmente, il Comune che ha contribuito alla realizzazione di un intervento tecnico finalizzato a consentire la permanenza sicura dell’opera nei locali del museo cittadino”.


Il dipinto, appartenente alla Galleria d’Arte Moderna di Milano, è esposto al terzo piano del palazzo Fauzone di Germagnano. Per una perfetta conservazione necessita di condizioni ottimali: la temperatura degli ambienti deve essere compresa tra i 18 e i 23 gradi, l’umidità relativa tra il 35 ed il 50%. “Per questo motivo – aggiunge Olivieri - è stata disposta una modifica all’impianto termico dell’area di esposizione, con l’installazione di sonde che permetteranno il controllo della temperatura da remoto. Oltre al potenziamento del sistema di allarme e del servizio di vigilanza”. Non solo: “La visita al quadro si proporrà come esperienza emozionale: per questo motivo verrà predisposto un allestimento con accompagnamento musicale di alto livello”.


La tela arriva a Mondovì dopo un meticolosa campagna diagnostica avviata dal Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale”. Il progetto, realizzato con il supporto delle Fondazioni Crc e Magnetto, grazie ad un mix di competenze, tecnologie ed apparecchiature, ha permesso lo studio dell’opera, per definire il metodo di lavoro del maestro e la genesi del quadro. Ora, a restauro completato, tornerà alla Galleria d’Arte Moderna di Milano. Prima, però, si concede una tappa a Mondovì. Una sosta che, organizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo per festeggiare il suo 25° anno di nascita, è occasione per ammirare da vicino una grande opera.


L’inaugurazione della mostra “Il caso Manet. Indagini sul Signor Arnaud a cavallo della GAM di Milano” si è svolta giovedì 26 ottobre, alle ore 17,30, presso il Museo della Ceramica. L’accesso all’esposizione sarà gratuito e possibile secondo i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 18 e il sabato e la domenica dalle 10 alle 18.

Altre news del dipartimento