Menu di navigazione

RILASCIO LICENZA DI PUBBLICO SPETTACOLO/TRATTENIMENTO

Data di revisione: 26.08.2014

Descrizione del Procedimento e riferimenti normativi utili

Svolgimento di pubblici spettacoli o trattenimenti, come definiti dagli artt. 68-69 T.U.L.P.S., dalla Circolare Ministero dell’interno 15 febbraio 1951, n. 16 e dal D.M. 19/08/1996.

Artt. 68 e 69 R.D. 18 giugno 1931, n. 773, Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza

R.D. 6 maggio 1940, n. 635, Regolamento per l’esecuzione del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza

Circolare del Ministero dell’Interno 15 febbraio 1951, n. 16, Norme di sicurezza per la costruzione, l’esercizio e la vigilanza dei teatri, cinematografi ed altri locali di pubblico spettacolo in genere

Art. 19 D.P.R. 24 luglio 1977, n. 616, Attuazione della delega di cui all'art. 1 della L. 22 luglio 1975, n. 382

D.M. 22 maggio 1992, n. 569, Regolamento concernente norme di sicurezza antincendio per gli edifici storici e artistici destinati a musei, gallerie, esposizioni e mostre

D.M. 18 marzo 1996, Norme di sicurezza per la costruzione e l'esercizio degli impianti sportivi

D.M. 19 agosto 1996, Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio dei locali di intrattenimento e di pubblico spettacolo

D.M. 4 maggio 1998, Disposizioni relative alle modalità di presentazione ed al contenuto delle domande per l’avvio dei procedimenti di prevenzione incendi, nonché all’uniformità dei connessi servizi resi dai Comandi Provinciali VV. FF.

D.M. 18 maggio 2007, Norme di sicurezza per le attività di spettacolo viaggiante

Circolare del Ministero dell’Interno prot. n. 17082/114 del 1/12/2009, D.M. 18 maggio 2007 recante “Norme di sicurezza per le attività di spettacolo viaggiante”. Chiarimenti e indirizzi applicativi

D.M. 13 dicembre 2012, Modifiche e integrazioni al decreto 18 maggio 2007 recante le norme di sicurezza per le attività di spettacolo viaggiante

Circolare del Ministero dell’Interno prot. n. 17082/114 del 11/06/2013, D.M. 13 dicembre 2012. Modifiche e integrazioni al decreto 18 maggio 2007 recante le norme di sicurezza per le attività di spettacolo viaggiante. Chiarimenti e indirizzi applicativi

Deliberazione C.C. 15 marzo 2004, n. 9, Approvazione del Piano di classificazione acustica del territorio comunale.

Unità Organizzativa responsabile dell'Istruttoria

Servizio Autonomo Servizi al Cittadino e alle Imprese

Responsabile del procedimento

Istruttore amministrativo Giffoni Adelaide

E-mail adelaide.giffoni@comune.mondovi.cn.it

Tel. 0174/559911 – fax 0174/559951

Modalità di avvio, modulistica e allegati

La domanda di rilascio della licenza deve essere presentata esclusivamente per via telematica tramite il portale dello Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP).

Deve essere compilata la seguente modulistica elettronica:

n. 0396 Autorizzazione attività temporanea di pubblico spettacolo e/o intrattenimento (capienza superiore a 200 persone e con termine oltre le ore 24 del giorno di inizio)

n. 0357 Autorizzazione attività di locale di pubblico spettacolo e/o intrattenimento

n. 0379 Domanda di autorizzazione per l'esercizio dell'attività di spettacolo viaggiante

reperibili nella sezione Modulistica – Polizia amministrativa e pubblica sicurezza.

Alla modulistica elettronica deve essere allegata, su supporto informatico, la documentazione indicata nell’allegato 1 (per le attività da I. a III. la documentazione indicata per l’esame progetto, per le attività IV. tutta la documentazione indicata nella relativa sezione).

In alternativa, può essere utilizzato il modello tradizionale M-PA001, che deve essere compilato, sottoscritto, acquisito a scanner ed inviato all’indirizzo di PEC comune.mondovi@postecert.it, corredato dalla documentazione di cui all’allegato 1 (per le attività da I. a III. la documentazione indicata per l’esame progetto, per le attività IV. tutta la documentazione indicata nella relativa sezione) e da copia di un documento di identità del richiedente. Nel caso in cui venga designato un rappresentante, deve essere compilato anche il modello M-PA002 e corredato di copia di un documento di identità del rappresentante sottoscrittore.

Modalità per ottenere informazioni sul procedimento in corso da parte dell'interessato

Attraverso il portale SUAP, sezione “Consultazione on line”

Richiesta tramite e-mail al responsabile del procedimento

Termini di conclusione del procedimento

60 giorni dalla data di presentazione della domanda, fatte salve la sospensione e/o l’interruzione dei termini di cui agli artt. 2 e 10 bis della L. 241/90.

La licenza ha validità permanente, fino ad intervenute modificazioni del locale di pubblico spettacolo.

In caso di spettacoli temporanei e spettacoli viaggianti l’efficacia è limitata ai luoghi, giorni e orari indicati nella licenza stessa.

 

 

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale

In caso di silenzio dell’amministrazione decorso il termine sopra citato, l’interessato può rivolgersi al soggetto cui è attribuito il potere sostitutivo (vedi oltre) ovvero agire in via giurisdizionale chiedendo l’accertamento dell’obbligo di provvedere, ai sensi dell’art. 31 del codice del processo amministrativo; l’azione può essere proposta fintanto che perdura l’inadempimento e, comunque, non oltre un anno dalla scadenza del termine di conclusione del procedimento. È fatta salva la riproponibilità dell’istanza di avvio del procedimento ove ne ricorrano i presupposti.

Fermo restando l’eventuale risarcimento del danno ingiusto cagionato in conseguenza dell’inosservanza dolosa o colposa del termine di conclusione del procedimento, in caso di inosservanza del termine di conclusione del procedimento, l'istante ha diritto di ottenere un indennizzo per il mero ritardo consistente in una somma pari a 30 euro per ogni giorno di ritardo con decorrenza dalla data di scadenza del termine del procedimento, comunque complessivamente non superiore a 2.000 euro. Al fine di ottenere l'indennizzo, l'istante è tenuto ad azionare il potere sostitutivo (vedi oltre) nel termine perentorio di venti giorni dalla scadenza del termine di conclusione del procedimento.

Contro il provvedimento finale di rigetto della domanda è possibile esperire, alternativamente:

- ricorso amministrativo straordinario innanzi al Presidente della Repubblica, entro 120 giorni dalla data di notificazione o di piena conoscenza del provvedimento, ai sensi dell’art. 8 del D.P.R. 24 novembre 1971, n. 1199;

- ricorso giurisdizionale innanzi al Tribunale Amministrativo Regionale del Piemonte, entro 60 giorni dalla data di notificazione o di piena conoscenza del provvedimento, ai sensi delle disposizioni del codice del processo amministrativo (cpa), di cui al D. Lgs. 2 luglio 2010, n. 104 e s.m.i.

Servizio on Line

Sportello Unico per le Attività Produttive

Oneri e pagamenti, modalità di effettuazione

Sulla domanda e sull’autorizzazione devono essere apposte n. 2 marche da bollo del valore corrente (€ 16,00).

Per la presentazione telematica, l’interessato deve indicare sulla domanda, nell’apposito spazio, il codice identificativo della marca da bollo utilizzata, provvedendo ad annullarla ed a conservarla nel fascicolo; per quanto concerne la marca da bollo da apporre sull’autorizzazione, dovrà essere comunicato al SUAP, su richiesta dello stesso, il relativo codice identificativo, che verrà annotato sul titolo abilitativo; la marca da bollo dovrà essere quindi annullata e conservata dal richiedente nel fascicolo.

Qualora si renda necessario il parere della Commissione Comunale di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo, dovranno essere corrisposti i seguenti oneri, se dovuti in base al regolamento R-AG007:

sopralluoghi-sedute della Commissione comunale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo (art. 80 R.D.18/06/1931, n. 773, artt. 141 bis e 144 R.D. 6/05/1940 n. 635) le cui spese di ispezione sono poste a carico dei conduttori dei locali:

  •    €. 20,00 per giostra
  •    €. 250,00/sopralluogo-seduta per locali di pubblico spettacolo di cui al D.M. 19/08/1996

Il pagamento potrà essere effettuato con le modalità indicate nell’apposita pagina dedicata ai pagamenti informatici.

Soggetto a cui è attribuito il potere sostitutivo in caso di inerzia

Decorso inutilmente il termine per la conclusione del procedimento sopra indicato, l’interessato può rivolgersi al Segretario Generale del Comune di Mondovì perché, entro un termine pari alla metà di quello originariamente previsto, concluda il procedimento attraverso le strutture competenti o con la nomina di un commissario.

 

File Allegati
PDF P PA003 Allegato 1