Menu di navigazione

TRANSUMANZA BESTIAME

Data di revisione: 03.04.2015

Descrizione del Procedimento e riferimenti normativi utili

Chiunque intende trasferire bestiame nei pascoli estivi (alpeggio, transumanza) deve farne domanda, almeno 15 giorni prima della partenza, al Comune ove il bestiame si trova, indicando altresì i pascoli di cui dispone per il periodo di alpeggio o transumanza.

Gli animali che si spostano per l'alpeggio o per la transumanza (monticazione) devono essere visitati dal veterinario dell’Azienda Sanitaria Locale entro i tre giorni precedenti la partenza.

Il veterinario, in seguito al risultato favorevole della visita, rilascia il certificato di origine e di sanità, che deve essere consegnato, non più tardi del giorno successivo a quello dell'arrivo a destinazione, all'autorità comunale del luogo.

artt. 41 e 42 D.P.R. 8 febbraio 1954, n. 320, Regolamento di Polizia Veterinaria

Unità Organizzativa responsabile dell'Istruttoria

Servizio Autonomo Servizi al Cittadino e alle Imprese

Responsabile del procedimento

Istruttore direttivo Grossardi Danila

E-mail danila.grossardi@comune.mondovi.cn.it

Tel. 0174/559911 – fax 0174/559951

Modalità di avvio, modulistica e allegati

La domanda di trasferimento bestiame deve essere redatta su apposito modello (modello 6) da presentare direttamente/inviare a mezzo posta ordinaria, fax o PEC allo Sportello Unico del Comune di Mondovì, almeno 15 giorni prima della data di partenza.

Nei tre giorni antecedenti la partenza deve essere redatto il certificato di origine e sanità per l’alpeggio e la transumanza degli animali (modello 7), predisposto e sottoscritto dal Servizio Veterinario dell’A.S.L.

Il modello 7 deve essere sottoscritto dal funzionario incaricato del Comune e consegnato, non più tardi del giorno successivo a quello dell'arrivo a destinazione, al Comune del luogo di destinazione degli animali.

Modalità per ottenere informazioni sul procedimento in corso da parte dell'interessato

Richiesta tramite e-mail al responsabile del procedimento

Termini di conclusione del procedimento

Il procedimento si conclude al momento della sottoscrizione del modello 7 da parte del funzionario comunale, almeno tre giorni prima della partenza per l’alpeggio.

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale

In caso di silenzio dell’amministrazione decorso il termine sopra citato, l’interessato può rivolgersi al soggetto cui è attribuito il potere sostitutivo (vedi oltre) ovvero agire in via giurisdizionale chiedendo l’accertamento dell’obbligo di provvedere, ai sensi dell’art. 31 del codice del processo amministrativo; l’azione può essere proposta fintanto che perdura l’inadempimento e, comunque, non oltre un anno dalla scadenza del termine di conclusione del procedimento. È fatta salva la riproponibilità dell’istanza di avvio del procedimento ove ne ricorrano i presupposti.

Contro il provvedimento finale di rigetto della domanda è possibile esperire, alternativamente:

  • ricorso amministrativo straordinario innanzi al Presidente della Repubblica, entro 120 giorni dalla data di notificazione o di piena conoscenza del provvedimento, ai sensi dell’art. 8 del D.P.R. 24 novembre 1971, n. 1199;
  • ricorso giurisdizionale innanzi al Tribunale Amministrativo Regionale del Piemonte, entro 60 giorni dalla data di notificazione o di piena conoscenza del provvedimento, ai sensi delle disposizioni del codice del processo amministrativo (cpa), di cui al D. Lgs. 2 luglio 2010, n. 104 e s.m.i.

Servizio on Line

Il modello 6 e il modello 7 possono essere trasmessi al Comune di Mondovì tramite PEC all’indirizzo comune.mondovi@postecert.it, ad una delle seguenti condizioni, ai sensi dell’art. 65 del Codice dell’Amministrazione Digitale:

  • che la domanda/dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale o firma elettronica qualificata, il cui certificato è rilasciato da un certificatore accreditato;
  • che l’autore sia identificato dal sistema informatico con l’uso della carta d’identità elettronica, della carta nazionale dei servizi o comunque con strumenti che consentano l’individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;
  • che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante, purché le relative credenziali di accesso siano state rilasciate previa identificazione del titolare, anche per via telematica, e ciò sia attestato dal gestore del sistema nel messaggio o in un suo allegato;
  • che la copia della dichiarazione/domanda recante la firma autografa e la copia del documento d’identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica agli indirizzi sopra specificati.

 

Oneri e pagamenti, modalità di effettuazione

IBAN per Pagamenti Informatici

Soggetto a cui è attribuito il potere sostitutivo in caso di inerzia

Decorso inutilmente il termine per la conclusione del procedimento sopra indicato, l’interessato può rivolgersi al Segretario Generale del Comune di Mondovì perché, entro un termine pari alla metà di quello originariamente previsto, concluda il procedimento attraverso le strutture competenti.

File Allegati
PDF Modello 6 RPV
PDF Modello 7 RPV