Menu di navigazione

SCIA PUBBLICITÀ MEDIANTE VOLANTINAGGIO

Data di revisione: 06.08.2014

Descrizione del Procedimento e riferimenti normativi utili

Distribuzione di opuscoli, volantini ed altro materiale pubblicitario, mediante consegna a mano o mediante prelevamento da appositi contenitori la cui collocazione sul suolo pubblico sia stata preventivamente autorizzata dall’Amministrazione Comunale.

Articolo 19 sexies, Regolamento di Polizia Urbana, delibera C.C. 7 maggio 2003, n. 15 e modifiche successive

Articolo 92, Piano generale degli impianti per la disciplina e l’installazione dei mezzi pubblicitari ed affissionali, delibera C.C. 30 dicembre 2004, n. 70 e s.m.i.

Articolo 13, Regolamento comunale per l’applicazione del canone per l’installazione dei mezzi pubblicitari, delibera C.C. 20 giugno 2005, n. 26 e s.m.i.

D.Lgs. 30 aprile 1992, n.285, Nuovo Codice della Strada

D.P.R. 16 dicembre 1992, n. 495, Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada

Articolo 19 Legge 7 agosto 1990, n. 241 e s.m.i.

Unità Organizzativa responsabile dell'Istruttoria

Servizio Autonomo Servizi al Cittadino e alle Imprese - Sportello Unico Polivalente

Responsabile del procedimento

Responsabile del procedimento è il funzionario che prende in carico la segnalazione presentata allo sportello ovvero pervenuta a mezzo fax/PEC.

Tel. 0174/559211

Fax 0174/559232

info@comune.mondovi.cn.it

PEC comune.mondovi@postecert.it

Modalità di avvio, modulistica e allegati

La Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) deve essere presentata utilizzando il modello M-PB001 preferibilmente a mezzo PEC all’indirizzo comune.mondovi@postecert.it, oppure a mezzo fax, raccomandata a.r. o direttamente allo Sportello Unico del Comune di Mondovì.

Modalità per ottenere informazioni sul procedimento in corso da parte dell'interessato

E’ possibile ottenere informazioni e chiarimenti contattando il responsabile del procedimento, come sopra individuato.

Termini di conclusione del procedimento

L’attività può essere iniziata immediatamente, una volta presentata la SCIA al Comune, ai sensi dell’art. 19 comma 2 della L. 241/1990.

In caso di accertata carenza dei requisiti e dei presupposti normativi per l’avvio dell’attività, nel termine di sessanta giorni dal ricevimento della segnalazione il Comune adotta motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell’attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi di essa, salvo che, ove ciò sia possibile, l’interessato provveda a conformare alla normativa vigente detta attività ed i suoi effetti entro un termine fissato dall’amministrazione, in ogni caso non inferiore a trenta giorni.

Decorso il predetto termine, all’amministrazione è consentito intervenire solo in presenza del pericolo di un danno per il patrimonio artistico e culturale, per l’ambiente, per la salute, per la sicurezza pubblica o la difesa nazionale e previo motivato accertamento dell’impossibilità di tutelare comunque tali interessi mediante conformazione dell’attività dei privati alla normativa vigente.

È fatto salvo il potere dell’amministrazione di assumere determinazioni in via di autotutela, ai sensi degli articoli 21-quinquies e 21-nonies della L. 241/1990.

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale

In caso di esito positivo dei controlli circa la sussistenza dei requisiti e dei presupposti normativi, alla SCIA non fa seguito alcun provvedimento o atto da parte dell’Amministrazione.

Contro l’eventuale provvedimento di adeguamento dell’attività alla normativa vigente o di divieto di prosecuzione della stessa è possibile esperire, alternativamente:

- ricorso amministrativo straordinario innanzi al Presidente della Repubblica, entro 120 giorni dalla data di notificazione o di piena conoscenza del provvedimento, ai sensi dell’art. 8 del D.P.R. 24 novembre 1971, n. 1199;

- ricorso giurisdizionale innanzi al Tribunale Amministrativo Regionale del Piemonte, entro 60 giorni dalla data di notificazione o di piena conoscenza del provvedimento, ai sensi delle disposizioni del codice del processo amministrativo (cpa), di cui al D. Lgs. 2 luglio 2010, n. 104 e s.m.i.

 

Servizio on Line

Non vi sono al momento servizi on line legati a questo procedimento

Oneri e pagamenti, modalità di effettuazione

Versamento del Canone sulla pubblicità come da regolamento comunale, da effettuare prima della presentazione della SCIA, contattando preventivamente il responsabile del procedimento per la quantificazione dell’importo dovuto in base alle caratteristiche dell’attività che si intende svolgere (nr. giorni, nr. addetti alla distribuzione, ecc.).

File Allegati
PDF M PB001