Menu di navigazione

Mostra “Un-damaged. Memorie dal contemporaneo" dell'artista Bouke de Vries

Mondovì - Dal 21.10.2017 Al 07.01.2018

A cura di Alessandro Turci; direzione di progetto Christiana Fissore

Da sabato 21 ottobre. Anche un’opera realizzata con appositamente per Mondovì”.

Un dialogo fra la tradizione della ceramica e il futuro della produzione artistica: è il filo conduttore della mostra “Un-damaged - Memorie del Contemporaneo di Bouke de Vries”, in programma, a partire da sabato 21 ottobre, nelle sale del Museo della ceramica di Mondovì.

Alle ore 17 è prevista la vernice aperta al pubblico, alla presenza dell'artista.

 

Bouke de Vries esporrà nelle sale del museo una selezione delle opere appartenenti alla sua recente produzione ed un'opera site-specific che entrerà nel fondo della permanente. Si tratta di una mappa dell'Italia realizzata con frammenti della ceramica di Mondovì e riassemblata attraverso l’utilizzo delle specifiche tecniche di produzione che hanno reso celebre l’artista nel panorama dell'arte contemporanea. Un gioco fra vecchio e nuovo, identità frammentata e unità nazionale, materiali considerati "vecchi" e riuso, pezzi di antiche storie a comporre un dialogo e un discorso nuovo e perfino aperto al futuro. La mostra si inserisce nel nuovo percorso di comunicazione avviato dal MOMUC, fatto di dialoghi e scambi con artisti e pubblico sempre più ampio e vario.

 

Nato a Utrecht, Paesi Bassi, Bouke de Vries ha studiato Design presso la Design Academy di Eindhoven e presso il Central Saint Martins College of Art e Design, Londra. Dopo il lavoro con le icone della moda John Galliano, Stephen Jones e Zandra Rhodes, de Vries ha deciso di tornare all'istruzione per studiare la conservazione e il ripristino della ceramica, diventando uno dei leader dei conservatori ceramici di Londra. Un percorso che lo ha portato alla sua attuale attività artistica di creare e decostruire sculture intricate provenienti da frammenti di ceramica e porcellana spezzata, restituendoli alla fruizione con nuovi valori e nuove narrazioni. Le mostre personali recenti includono: “Studiare l'attività umana attraverso il recupero della cultura materiale”, Galleria Ron Mandos, Amsterdam (2016); “Frammenti”, Château de Nyon, Musée historique et des porcelains, Nyon (2014); “Brandelli della mia vita”, Galleria Gloria Maria, Milano (2014) e “Pezzi”, Progetto Super Window, Kyoto (2011). Le esposizioni includono: uno show al Museo di Gemeente, den Haag, per il quale ha ricostruito la sua installazione intitolata Guerra e pezzi (2015). Originariamente concepita per il museo di Holburne a Bath, l'installazione è stata esposta in nove differenti sedi e dall'anno prossimo andrà in tour per tre anni negli Stati Uniti. Altre mostre di gruppi selezionati includono Asia Amsterdam, Peabody Essex Museum, Salem (2016-17), Hollandaise, Nuovi progetti d'arte, Londra (2016) e Vanitas / Contemporary Reflections, MoMA, Mosca (2012). De Vries vive e lavora a Londra.



Orari ed informazioni:
Inaugurata nei locali del Museo della Ceramica di Piazza alle 17 di sabato 21 ottobre, la mostra proseguirà con il seguente orario: venerdì e sabato dalle 15 alle 18. Domenica: dalle 10 alle 18.

Dal lunedì al giovedì le visite saranno possibili su prenotazione per gruppi di almeno 15 persone.

 

Per ulteriori informazioni:

https://it-it.facebook.com/MuseoCeramicaMondovi/  e  www.boukedevries.com

Altri eventi