Menu di navigazione

Concerto per la Festa della Repubblica nella Chiesa della Missione

Mondovì - 02.06.2019

Galà dell'Opera internazionale nell'ambito della Stagione concertistica "Mondovì Musica 2019"

L’Academia Montis Regalis ospita alcuni dei migliori talenti internazionali per il grande concerto del 2 giugno a Mondovì, quest’anno in collaborazione con Alba Music Festival. Il risultato è un grande Galà dedicato all’opera per la Festa della Repubblica, data del referendum che sancì la nascita dell’Italia di oggi e l’anniversario della morte di Giuseppe Garibaldi. L’appuntamento è per domenica alle 16.30 nella Chiesa della Missione di Piazza. Sul palco il meglio della musica internazionale con talenti della classica, soprani e tenori, in arrivo da ogni parte del mondo.

Eccoli: Sung Hee Park, astro nascente della Corea del Sud, si è esibita nell’ambito dell’opera, dell’operetta e dell’oratorio in Asia e in Europa. Insegna alla Seoul University ed è ambasciatrice della Cultura e delle Arti per il Ministero della Salute e del Welfare del suo Paese. Con lei anche l’islandese Gudni Emilsson, ospite di prestigiose orchestre europee, dirige in tutto il mondo ed è impegnato anche presso importanti istituzioni musicali come il Gewandhaus di Lipsia, la Tokyo Opera City Hall, la Smetana Hall di Praga, la Sala Cecilia Meireles a Rio de Janeiro, la Konzerthaus di Klagenfurt. Direttore principale della Kammerorchester di Tübingen, dal 2005 è alla testa della Camerata Bohemica di Praga e della Thailand Philharmonic Orchestra. Sul palco anche un talento tutto italiano: è Gian Luca Pasolini, laureato al Conservatorio di Pesaro, debutta nel 2006 con Carmina burana al Maggio Musicale Fiorentino con diretta radiofonica Rai3, scelto da Zubin Mehta per festeggiare il suo 70° compleanno, e nel 2007 è già protagonista alla Scala di Milano in un’opera moderna di Fabio Vacchi, Teneke, con la direzione di Roberto Abbado e la regia di Ermanno Olmi. Da allora ha calcato i palcoscenici dei maggiori teatri del mondo, collaborando con celebri registi e direttori.

Ad affiancare gli ospiti attesi da tutto il mondo l’Orchestra filarmonica di Stato della Romania: presentata il 16 ottobre 1956, cresciuta costantemente sotto la direzione di celebri maestri come Eugen Pricope e Igor Ciorne, oggi annovera 75 elementi. Per la sua alta qualità artistica l'Orchestra è stata invitata a collaborare con diverse case discografiche europee e statunitensi e ha tenuto più di 1000 concerti in Italia, Francia, Germania, Spagna, Gibilterra, Grecia, USA, Malta, Olanda, Austria, Svizzera, Russia, Ucraina, Moldavia, Corea.

 

Altri eventi