Menu di navigazione

Cappelle e Affreschi

Il Monregalese e le sue campagne sono disseminate di cappelle e chiesette. Molte di queste strutture erano anche ricoveri dalle intemperie per i pellegrini.

Nel ’400 i frescanti vi dipinsero cicli tardo-gotici che in modo visivo, tra simboli, allegorie, ingenuità, tinte forti e grande mestiere, istruivano un popolo analfabeta sulla vita e la passione di Cristo, raccontavano di Maria e dei Santi, ammonivano su vizi e virtù mostrando, nella loro terribilità, l’inferno e il giudizio universale.

Per informazioni sulla visita delle cappelle: Ufficio I.A.T. Città di Mondovì – tel. 0174.40389 

Mondovì Piazza

Cappella di Santa Croce

Via di Santa Croce

Sulla strada che da Piazza porta a Vicoforte, la piccola chiesa passa quasi inosservata ma contiene un tesoro di affreschi, datati 1450-1460, di Antonio ‘Dragone’ da Monteregale, pittore attivo nelle vallate a metà ’400 (vedi anche la Cappella di San Bernardo).

In particolare, sopra l’altare, una rara croce brachiale (o vivente), qui piegata a un’allegoria della supremazia della chiesa cattolica sulla religione ebraica (i bracci della croce si fanno braccia e terminano con mani: la destra incorona la Chiesa, la sinistra trafigge la Sinagoga).

Mondovì Altipiano

Cappella di San Bernulfo

Strada Provinciale Mondovì-Villanova

Piccola chiesa dell’XI secolo immersa nel verde che avrebbe conservato le spoglie del santo fino al 1514.

Sopra l’altare maggiore un affresco di fine ‘400 con una Madonna col Bambino, S. Bernulfo vescovo, S. Donato di Arezzo patrono di Mondovì, l’Ultima cena, e un insolito Cristo seduto sulla croce. La particolarità, è un’ancòna realizzata sul muro e non su tavola; le cornici di legno che separano i quadri sono sostituite dai mattoni.

Mondovì Altipiano

Cappella di San Bernardo delle Forche

Via San Bernardo

Sorse su una collina, dove i patiboli erano ben visibili a tutti, questa cappella detta, appunto, “delle Forche”. Il tema generale del ciclo, attribuito a Antonio ‘Dragone’ da Monteregale (vedi anche la Cappella di S. Croce) e datato 1473, è la celebrazione della maternità di Maria, con una rara rappresentazione della lactatio virginalis. 

Mondovì Breolungi

Antica Pieve di Santa Maria

Nucleo architettonico originario del IX secolo, ampliato nell’XI, è forse il più antico monumento medioevale del Monregalese. Affreschi quattrocenteschi sotto il porticato esterno, e all’interno affreschi medioevali nelle absidi, un trittico del Mazzucchi, una Madonna col Bambino di Fuseri di Fossano e altri dipinti (di Regis, Stazzi…).

Da notare anche l’altare barocco con il gruppo ligneo L’Assunta (1850) dello scultore Antonio Roasio.

Bastia Mondovì

Chiesa di San Fiorenzo

Strada Provinciale 126

Gioiello dell’arte gotica presenta uno dei cicli più importanti del Piemonte. All’interno infatti è totalmente rivestita da 326 mq di affreschi realizzati a più mani nel 1472, perfettamente conservati, che rappresentano un campionario dei principali temi di quest’arte: la vita e la passione di Gesù, la Gerusalemme Celeste, le Opere della Misericordia, la Cavalcata dei Vizi, il Giudizio Universale, l’Inferno…

www.sanfiorenzo.org