Menu di navigazione

Val Corsaglia

Grotte di Bossea

Frabosa Soprana, loc. Fontane

Esplorate nel 1850, attrezzate per le visite nel 1874, le Grotte di Bossea sono celebri per le dimensioni degli ambienti, la spettacolarità delle concrezioni, la ricchezza di acque sotterranee, e il valore scientificonaturalistico (50 specie animali, reperti paleontologici, piena attività speleogenetica, stazione scientifica idrologica dal 1969).

Lunghe più di 2 chilometri con un dislivello di oltre 200 metri, le grotte si compongono di una zona superiore di strette gallerie su più livelli, e di una inferiore, caratterizzata da dimensioni imponenti e aperta ai visitatori. Le due zone sono separate dalla cascata del lago sotterraneo di Ernestina, che si attraversa in sospensione con una passerella. È solo uno dei momenti di un percorso all’insegna di avventura e meraviglia che, condotto come un’indagine speleologica, porta a scoprire saloni giganteschi (oltre 150 metri di lunghezza), canyon, torri, stalagmiti di 10 metri (Il Missile, inclinato di 45 gradi) e colate calcaree di 25 (Il Buddha), fino a incontrare lo scheletro completo di un ursus spelaeus, l’orso che popolava le grotte del cuneese fino a 15 mila anni fa.

  • Quota d’ingresso: 836 m
  • Sviluppo spaziale rilevato: 3000 m 
  • Dislivello totale: 199 m 
  • Dislivello settore turistico: 115 m 
  • Lungh. torrente ipogeo: 1200 m 
  • Temperatura media: 9° C  

Informazioni: