Menu di navigazione

Francesco Gallo

Conosciuto principalmente come architetto, fu anche topografo, ingegnere idraulico e militare. Interprete di un barocco “sabaudo” e misurato, con la predilezione per il mattone, progettò oltre 80 edifici in tutta la provincia di Cuneo, principalmente ospedali e chiese; tra opere proprie e interventi, rinnovò radicalmente Mondovì, trasformandola in un importante centro del barocco piemontese e rendendola una tappa imprescindibile con la cupola ellittica più grande del mondo del Santuario di Vicoforte. 

OPERE DI GALLO A MONDOVÌ:

OPERE DI GALLO NEI DINTORNI:

  • Benevagienna, Confraternita della Misericordia (1713-53)
  • Carrù, Parrocchiale dell’Assunta (1703-51)
  • Ceva, Confraternita di S. Maria e S. Caterina (1734-35)
  • Frabosa Soprana, Parrocchiale di S. Giovanni (1703-36)
  • Garessio, Parrocchiale dell’Assunta (1717-29)
  • Garessio Ponte, Parrocchiale di S. Caterina (1723-48)
  • Morozzo, Parrocchiale della Natività (1728-40)
  • Rocca de’ Baldi, Castello (ala rosa, 1710) B e Parrocchiale di S. Marco Evangelista (1726)
  • Vicoforte, Santuario Regina Montis Regalis (cupola, 1721-39; cappelle di S. Benedetto, 1702, e della Vergine, 1738-51).